fbpx
Obblighi fiscali del condominio

BONUS PER AFFITTI ANCHE PER SPESE CONDOMINIALI E PERTINENZE CON IL NUOVO “DECRETO RILANCIO” DEL 14 MAGGIO 2020.

Mercoledì scorso il Governo ha approvato il “decreto rilancio”, un nuovo decreto legge finalizzato a contenere la crisi economica causata dall’epidemia. Sono stati stanziati 55 miliardi di euro in aiuti ai lavoratori, alle famiglie e alle imprese. Il decreto contiene nuove misure per la cassa integrazione, per gli aiuti ai lavoratori autonomi e per il sostegno alle imprese, compresi versamenti a fondo perduto.

Per quanto riguarda le imprese ed i professionisti il nuovo decreto prevede la possibilità di beneficiare di un credito d’imposta per l’affitto di immobili non abitativi con beneficio pari al 60% del canone mensile versato nei mesi di marzo, aprile e maggio.

Il beneficio è invece del 30% nel caso di affitto d’azienda.

A differenza del precedente bonus, il nuovo prevede:

  • Un periodo di copertura di tre mesi (marzo, aprile e maggio);
  • E’ cedibile a terzi quali banche ed intermediari finanziari;
  • E’ accessibile per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro, nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del decreto Rilancio (2019 per i soggetti con periodo di imposta coincidente con l’anno solare);
  • Non sono previsti limiti di fatturato per le strutture alberghiere;
  • Per i soggetti locatari esercenti attività economica, il diritto matura solo se, nel mese di riferimento (marzo/aprile/maggio), abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 50% rispetto allo stesso mese del periodo d’imposta dell’anno precedente.

Potranno beneficiarne coloro che hanno contratti di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo destinati, quindi per immobili con categoria catastale C1:

– ad uso industriale, commerciale, artigianale, agricola, turistico;

– all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo;

Tuttavia, il credito d’imposta non potrà essere cumulato con il bonus botteghe e negozi di cui all’articolo 65 decreto Cura Italia (convertito, con modificazioni, dalla l. n. 27/2020).

Avv. Alessia Smaldino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diventa Socio Sostenitore

Con l’iscrizione all’associazione avrai diritto alla carta dei servizi di Tutela Condomini per 12 mesi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi